Categoria: Curiosità

CASETTA PAN DI ZENZERO

Auguri a tutti di Buon Natale! Finalmente è arrivato e, anche se manca ancora qualche ora alla Vigilia, colgo l’occasione (oggi che dovreste essere più buoni!) per scusarmi del mio piccolo periodo di latitanza sia sul blog e sia un pochino sui social network. Il Natale è sicuramente uno dei periodi più stressanti dell’anno e, nonostante quello che vuole farci credere, riesce a sconvolgere la nostra routine caricandoci di un sacco di impegni che solitamente non abbiamo.

Ma è arrivato il momento di parlarvi di ciò che questa settimana ho tenuto in serbo per voi cercando di non rubarvi molto tempo prezioso, poichè sicuramente oggi sarete molto indaffarati a scartare regali, riempirvi di dolci e salutare parenti che non sapevate nemmeno di avere!

Allora arriviamo subito al dunque: voglio presentarvi la mia casetta di pan di zenzero!

Celeberrima e golosa, la casetta di pan di zenzero ha sempre suscitato un certo fascino su di me e, arrivato il momento di pensare al fatidico menu di Natale, mi è balenata nella mente l’idea di proporlo come dolce da offrire ai miei ospiti.

Considerato che ho deciso di condividere con voi questa mia piccola realizzazione pasticcera ho pensato anche di approfittarne e andarne a scoprire le origini.

Il pan di zenzero è un impasto molto speziato tipico delle culture del Nord Europa e Nord America e per motivi di tradizione viene preparato sopratutto sotto il periodo delle festività natalizie.

Spesso al pan di zenzero, anche detto panpepato, si associa il famoso “omino di pan di zenzero”, ovvero il tipico biscotto che rappresenta un simpatico ometto con le gambe leggermente divaricate e le braccia completamente spalancate.

E’ a questo divertente personaggio che si deve l’evoluzione della tradizione del pan di zenzero. Secondo una leggenda il primo esemplare di questo omino risale ai tempi della regina Elisabetta I, la quale era solita regalare focacce ai propri cortigiani che ne riproducevano le fattezze.

Origini più certe però ci portano nel XVI secolo a Norimberga, in Germania, in cui questo dolce conobbe il suo periodo di maggior produzione. Con il passare del tempo questa tradizione fu esportata anche nei paesi del Nord America.

Ma per la casetta di pan di zenzero dobbiamo invece aspettare l’800, periodo in cui la fiaba di Hansel e Gretel dei Fratelli Grimm spopolò con molto successo. Da quel momento, sotto il periodo natalizio, le vetrine dei fornai e dei pasticceri iniziarono a sfoggiare anche complesse e scenografiche casette tutte da gustare.

Nonostante io non sia un architetto, ma un architetto d’interni, ho voluto comunque dilettarmi con la realizzazione di questo dolce, in quanto, come avrete già capito, amo condividere con voi tutto quanto implichi l’impiego della creatività.

Non sono neanche una cuoca provetta e chiedo dunque di essere clementi con ciò che vi mostrerò del mio risultato finale! La mia più che una casetta, sembra più una catapecchia pronta a crollare e forse sarebbe più adatta per la festa di Halloween! Ma il profumo che sprigiona alle mie spalle mentre vi scrivo mi fa dubitare che possa arrivare intera per il pranzo di Natale…

Se dunque avete tempo e voglia di passare le vostre feste a impastare vi dico subito come procedere!

Ingredienti

✎ 125 gr di burro

✎ 100 gr di zucchero

✎ 50 gr di zucchero di canna

✎ 150 gr di miele

✎ 1 uovo

✎ 420 gr di farina

✎ 2 cucchiaini di zenzero

✎ 1 cucchiaino di cannella

✎ 1/4 di cucchiaino di noce moscata

✎ 1/2 cucchiaino di bicarbonato

✎ 1 pizzico di sale

✎ materiale per “incollare” la casetta: io ho usato cioccolato fuso, ma vi consiglio la ghiaccia reale o glassa perchè più affidabili

In alternativa trovate i biscotti già fatti e “pronti da montare” all’Ikea; il che costituisce un’opportunità molto pratica se disponete di un negozio non molto lontano da voi.

Procedimento

In una ciotola iniziate con il mescolare il burro, entrambe le qualità di zucchero, il miele e l’uovo.

1

Mischiate le spezie, il sale e il bicarbonato alla farina e aggiungete il tutto poco alla volta nella ciotola con il resto dell’impasto continuando a mescolare.

2

Quando avrete finito di amalgamare bene il tutto e avrete attenuto un impasto morbido, fatene una pallina e avvolgetela con la pellicola. Lasciate riposa in frigorifero per un’ora.

3

Prendete l’impasto dal frigorifero e stendetelo su un piano infarinato con l’aiuto di un mattarello. Dovrete ottenere uno spessore di 4 mm circa.

4

Ritagliate le sagome che vi serviranno per comporre la vostra casetta. Per aiutarvi potete scaricare le linee guida qui e qui: dovete solo ritagliate le sagome di carta, quindi sovrapponetele sull’impasto e aiutarvi ad ottenere le forme con l’aiuto di un coltello. Quindi poggiate le sagome ottenute su una teglia e infornate per 15/18 minuti a 190 gradi.

5

Lasciate raffreddare completamente i biscotti.

6

Ora è arrivato il momento di sbizzarrirsi: decorate i biscotti! Io ho adoperato confetti colorati, cocco grattugiato, scaglie di cioccolato, zuccherini e gelatina colorata.

7

Poi ho assemblato il tutto con del cioccolato fuso, ma vi consiglio di farlo con della glassa o ghiaccia reale (a sentir dire sono proprio l’ideale per questo genere di lavoro!) ed ecco il risultato.

8

9

10

Ed ecco qua! Non mi resta che augurarvi Buon Natale e darvi appuntamento alla prossima settimana per l’ultimo articolo dell’anno!

DESIGN TIME Dicembre 2015 #2

Anche oggi sono pronta per partecipare all’appuntamento mensile di Design Time! Il tema proposto è: un colore per il Natale. E non perdo tempo per presentarvi la moodboard con cui partecipo all’evento: una selezione di immagini per rendere l’idea di quella che sarebbe la mia palette natalizia ideale!

Cinque sono i colori che compongono la mia palette: per il mio Natale infatti avrei scelto dei colori abbastanza insoliti come l’azzurro e il rosa pastello (potevamo non rendere omaggio alla proposta di Pantone!?) accostati a tocchi di elegante nero, per poi illuminare il tutto con toni più tradizionali come l’oro e il bianco. Nella mia moodboard potrete ovviamente vedere il risultato dell’accostamento cromatico.

Moodboard

Foto 1 I 2 I 3 I 4 I 5 

Cosa ne pensate? Voi siete stati più tradizionalisti o avete invece azzardato con colori più particolari? Se siete curiosi di vedere altre proposte cromatiche per il Natale seguite l’evento di Design Time!

Design Time

 

Design Time è una rubrica mensile di un piccolo gruppo di blogger italiane che si sono date appuntamento per scambiare idee e ispirazioni intorno allo stesso tema. Ogni mese un tema nuovo, ogni mese nuove ispirazioni. Benvenuti!

DESIGN DIMENSIONS

Ciao a tutti cari amici lettori! Sinceramente in programma per oggi avrei avuto un argomento più adatto al clima freddo che stiamo vivendo in questi giorni, ma i vari impegni e le vicissitudini della settimana hanno voluto che optassi per un articolo più easy. Dunque, mentre mi prometto di preparare il prima possibile l’articolo che avrei voluto condividere con voi oggi, ne scrivo un altro che era destinato al periodo del “dopo feste”.

Oggi allora vi parlerò di un’altra app per smartphone che ha reso molto più facile la mia vita di architetto d’interni e designer. Si tratta di Design Dimensions.

E la domanda sorge spontanea: quanti degli addetti nel settore conoscono a memoria tutte le possibili misure di ogni qualsivoglia complemento d’arredo o semplice utensile della casa?

Purtroppo non è possibile essere dei tuttologi, anche se magari si opera già da diversi anni nel settore a cui faccio riferimento. Ognuno di noi ha quindi sviluppato un proprio metodo per reperire le informazioni necessarie sulle misure di cui ha bisogno.

E io oggi vi svelo il mio segreto, ovvero lo strumento a cui faccio appello tutte le volte che sento il bisogno di consultare delle misure è costituito semplicemente da questa strabiliante app!

Ma ovviamente lo strumento in questione non è dedicato solo all’addetto ai lavori, in quanto anche la casalinga che vuole cambiare il tavolo della cucina avrà bisogno di misure di riferimento per svolgere tale operazione, così come anche il ragazzo che ormai si sente troppo grande per la sua cameretta e vorrebbe apportare delle modifiche senza fare ricorso a professionisti del settore.

Design Dimensions offre la possibilità di consultare misure (ovviamente standard) sia di complementi d’arredo, che di materiali da costruzione, così come delle apparecchiature elettriche, o dei vari campi e spazi da gioco, oppure dei mezzi di trasporto e persino degli spazi necessari ai disabili costretti a muoversi in carrozzina.

Le misure sono offerte sia in pollici che in centimetri ed è integrato anche lo strumento “cerca”. L’app in questione è in inglese, ma avendo a disposizione anche le più elementari conoscenze della materia ciò non costituisce un problema. Inoltre la versione base, già di per sé abbastanza ricca, è completamente gratuita.

Design Dimensions

E voi? A quali strumenti fate riferimento per ricordare le misure di cui avete bisogno? Avete già provato Design Dimensions oppure avete un segreto ancora più efficace?

GUEST POST #2

Buongiorno a tutti! Vi ricordate di Valentina Morlacchi e del suo blog Eureka!? Mi aveva sostituita su questo blog per due settimane nel mese di agosto parlandovi di due aziende molto allettanti…

Entrambe vi avevamo accennato del desiderio di far nascere una collaborazione ed è giunto il momento di ricambiare il favore! Oggi non ci sarà alcun articolo su questo blog, perchè quanto ho preparato questa settimana in realtà verrà pubblicato sabato sul blog di Valentina per la sua rubrica mensile Luoghi d’Interesse.

Parlerò di un posto di spiccata importanza storica e ambientale che ho visitato qualche settimana fa e che mi ha decisamente lasciata di stucco! Se siete curiosi di scoprire di quale luogo sto parlando non mancate all’appuntamento:

Sabato su Eureka!, blog di Valentina Morlacchi!

E se siete troppo curiosi di sapere dove sono stata vi lascio fantasticare davanti a questa bellissima immagine inedita scattata in quel luogo davvero meraviglioso!

0

DESIGN TIME Novembre 2015 #1

Buongiorno a tutti! Oggi vi presento un’altra iniziativa a cui il mio blog partecipa. Si tratta dell’ennesimo contest a cui ho deciso di aderire! Eh si, non riesco più a fermarmi!! Sto parlando di Design Time! Si tratta di un “evento” organizzato da un collettivo di blogger italiane che propone un tema nuovo ogni mese e si partecipa proponendo una personale moodboard legata al tema assegnato. Il tema di novembre è Vestire la casa con la luce ed ecco qui di seguito la mia proposta.

La mia moodboard propone inoltre tutte idee DIY facilmente realizzabili in casa, legate da questa atmosfera un po’ candy, scelta proprio perchè rispecchia il mio stato d’animo di questo periodo.

Vestire la casa con la luce

Foto 1 2 3 5

E questo è tutto! Per vedere la prossima moodboard con cui parteciperò all’evento di Design Time il prossimo mese non vi resta che seguirmi! Ciao!

Design Time

 

Design Time è una rubrica mensile di un piccolo gruppo di blogger italiane che si sono date appuntamento per scambiare idee e ispirazioni intorno allo stesso tema. Ogni mese un tema nuovo, ogni mese nuove ispirazioni. Benvenuti!