Categoria: Tendenze

COLOR OF THE YEAR: ULTRA VIOLET

Ed eccoci qua con il primo vero articolo dell’anno! Come ti avevo anticipato la settimana scorsa oggi ti parlerò di una tendenza di cui è già stato detto tanto. Ma tantissimo verrà ancora detto almeno fino alla fine del mese di Gennaio. Insomma, oggi parliamo del Color of the Year di Pantone, ovvero di Ultra Violet.

La fonte dalla quale ho tratto materiale e informazioni per la stesura di questo articolo non poteva che essere Pantone stesso. Lo scopo è quello di riunire in una sola rubrica quelle che sono le tendenze che riguardano l’arredamento, al fine di aiutare anche gli appassionati a rimanere al passo con le novità.

Ovviamente oltre a tutto questo c’è anche il piacere di esprimere il proprio pensiero e quello di creare una discussione costruttiva (per esempio attraverso i commenti)…

Ma veniamo al dunque, non ti voglio tenere sulle spine ancora a lungo. Hai già visto il colore in questione?

Pantone lo descrive come un colore inventivo, immaginativo, riflessivo e capace di comunicare originalità, ingegnosità e pensiero visionario. Infatti saprebbe illuminare il percorso verso ciò che deve ancora arrivare.

Perchè un’apparente semplice tonalità di viola riesce a implicare tutto questo? Ultra Violet è un viola che si basa sul blu per cui rimanda al cielo notturno (vasto e senza limiti) e ai misteri del cosmo (il fascino di ciò che deve ancora arrivare ed essere scoperto).

Inoltre il viola è storicamente un colore legato a tutto ciò che era associato all’enigmatico, simbolo della controcultura, dell’anticonformismo e dell’estro artistico.

ULTRA VIOLET IN AIUTO DELLA SOCIETA’

“Il Pantone Color of the Year ha cominciato a significare molto di più di cosa fa tendenza nel mondo del design; si tratta di una vera e propria riflessione su ciò di cui il nostro mondo ha bisogno”. E’ ciò che ha affermato Laurie Pressman, Vice President del Pantone Color Institute.

Ultra Violet non fa eccezione a questo concetto. Le qualità mistiche e spirituali, storicamente associate a questo colore, fanno si che si tratti di una tinta legata alle pratiche di meditazione. Offre così un terreno di livello superiore a coloro che cercano rifugio dal mondo di oggi, caratterizzato da un eccesso di stimoli.

La profondità di Ultra Violet sprona gli individui a immaginare di lasciare un segno nel mondo e a spingere in la i confini tramite sbocchi creativi.

CONCLUSIONI

Ma la scelta di Ultra Violet come colore dell’anno non trova consenso comune. Diciamo che in genere il viola o lo si ama o lo si odia e che è raro trovare chi ne fa un colore facile da usare come tanti altri. Il popolo adulatore del viola in generale si è trovato ad essere entusiasta di questa scelta. Ha quindi iniziato ad immaginare pareti e arredi che urlano senza modestia questa tinta. Gli altri invece non possono che reputarlo un colore di difficile coesione con altri elementi presenti negli interni domestici.

Tu invece da che parte stai? Sei un amante del viola, oppure lo detesti? Riesci ad immaginarti l’applicazione di Ultra Violet come elemento d’arredo? Commenta e lascia il tuo pensiero qui sotto!

 

COLORE DELL’ANNO 2018

L’azienda Akzo Nobel ha scelto quello che per lui sarà il colore dell’anno 2018.

Dico “per lui” perchè a giorni anche Pantone farà la sua dichiarazione e non sempre è stata una scelta univoca tra le due aziende. Quello che è certo è che entrambi i colori nominati saranno molto ricorrenti e avremo occasione di vederli spesso in immagini patinate di interni da sogno.

Per quanto riguarda Akzo Nobel il colore dell’anno 2018 sarà l’Heart Wood e l’azienda stessa ha pensato di proporre 4 differenti palette con cui abbinare il colore in questione al fine di ottenere degli stati d’animo e sensazioni differenti all’interno delle nostre mura.

Via House Beautiful UK

 

PALETTE COLORI #1: THE HEARTWOOD HOME

La tinta Heart Wood ci da il benvenuto ed è capace di infonderci un senso di benessere se abbinato a differenti nuance di grigi e di rosa. Il legno e il cuoio inoltre, sia se utilizzati come materiali, sia se impiegati esclusivamente come colori, sono capaci di infondere un profondo senso di armonia.

E’ possibile intensificare questo effetto anche utilizzando in abbinamento un morbido color cacao, il blu e il viola.

 

PALETTE COLORI #2: THE COMFORTING HOME

I materiali che si consiglia adoperare in abbinamento a questa tinta sono il legno, il cuoio, la seta e il velluto al fine di creare degli interni veramente confortevoli anche dal punto di vista tattile e non solo visivo.

Gli interni devono essere ricchi e accoglienti, anche grazie all’impiego di colori profondi come la terracotta.

Heart Wood qui si compone dei toni caldi della terra che infondono un senso di confort, mentre il rosa e i toni dell’argilla aiutano a calmare la mente e a lenire i sensi.

 

PALETTE COLORI #3: THE INVITING HOME

Heart Wood vuole contribuire a rendere la tua casa uno spazio invitante: un luogo dove accoccolarsi, un posto dove crescere, uno spazio in cui creare ricordi. Si tratta di una palette pensata per coadiuvare il legame con le persone che contano di più. Le tonalità fredde del blu incoraggiano ad un approccio chiaro alla vita, mentre le tinte neutre e il verde mare sostengono la necessità di connessione.

 

PALETTE COLORI #4: THE PLAYFUL HOME

Ma Heart Wood può anche aiutarti a creare una casa pensata per ricaricarti, creare e sognare; una zona rinvigorente e piena di vita. Esso infatti può sprigionare energia se si utilizzano colori vivaci in punti focali della casa e si appendono piante alle pareti. Scegli, tra gli altri colori, il verde e l’oro in quanto insieme aiutano a risvegliare le sinapsi e incoraggiano un approccio creativo alla vita.

E questo per oggi è tutto! Cosa ne pensi di questa scelta? E’ un colore che ti piace? Credi che il colore scelto da Pantone possa riscuotere ancora più successo? Commenta qui sotto e fammi sapere la tua opinione!

TENDENZE NATALE 2017

Non è per mettere ansia a qualcuno, ma qui ormai manca solo una cinquantina di giorni a Natale! Anzi, magari con l’argomento, riuscirò a diffondere un po di buonumore che oggi è anche lunedi!

Come ogni anno ho deciso di fare un po di scouting e di scovare tutte quelle che saranno le tendenze in fatto di addobbi per il Natale per questo Dicembre, in modo da farci trovare preparati per l’invitante shopping di Novembre!

Allora, sei pronto!?

  • Come al solito, neanche se ce ne fosse bisogno di dirlo, lo stile tradizionale prevaricherà come scelta di stile in moltissime abitazioni. Rosso, verde, blu e bianco, ma anche tanto oro e argento con le classiche palline su di un abete verde o leggermente innevato è l’immagine consueta che un po tutti abbiamo del classico Natale. Scelta di stile adatta particolarmente a rispondere al bisogno di stabilità di questi tempi in cui certi aspetti della vita diventano sempre più precari, come il lavoro e le relazioni sociali.
Albero Natale tradizionale by Salinalike.blogspot.com
Via Salinalike.blogspot.com
  • Fumetti, manga e fiabe per un Natale che si ispira all’infanzia. I protagonisti in tema d’addobbi in questo caso saranno ballerine, schiaccianoci, gnomi e cigni per la casa in se e strass, piume, fiocchi e perline per l’albero vero e proprio. In questo caso si attinge al mondo dei bambini perchè è quello che per eccellenza è capace di vivere questo clima con sincero stupore e gioia. 
Albero Natale infanzia by Neiman Marcus
Via Neiman Marcus
  • Dal desiderio e dalla passione di sempre più persone verso il tema del viaggio ecco che nasce una nuova tendenza. Per ciò che riguarda questo argomento, troviamo decorazioni quali cartoline e addirittura palline decorate come piccoli mappamondi.
Albero Natale viaggi by Ashley Hackshaw
Via Hasley Hackshaw
  • Vintage: jeans, ricami e spille. Perchè tendiamo a guardare sempre più verso il passato con nostalgia.
Albero Natale vintage by Little Vintage Nest
Via Little Vintage Nest
  • Industriale. Questo stile è perfetto per chi ama le cose fuori dall’ordinario e un po “stravaganti”. Si tratta di un Natale che si rifà all’arte cinetica, alla scultura, al design industriale e all’architettura. Quindi si a forme scultoree, monolitiche e compatte. Per quanto riguarda i colori prediligete quelli dei metalli (quali rame, oro, ottone e bronzo) e quelli delle pietre.
Albero Natale industrial by The Painted Hinge Farmhouse
Via The Painted Hinge Farmhouse
  • Naturale. Ecco un tema che mi sta a cuore: quando i ritmi della vita quotidiana diventano eccessivi e causano stress e stanchezza la necessità di ritrovare un po di benessere, e quindi un po di equilibrio psico-fisico, diventa una priorità. Come creare un ambiente che ci fa stare bene? Prediligete in questo caso motivi agresti e rurali: uccelli, piume, fiori e colori come il marrone, il rosa pallido e il verde bosco, mela e menta. Tra i materiali impiegati ci saranno vetro, porcellana, ceramica e metalli: materiali che al tocco vi faranno provare delle emozioni positive.
Albero Natale naturale by Love Grows Wild - Liz Fourez
Via Love Grows Wild – Liz Fourez

Ed ecco qui tutte le proposte di tendenza di quest’anno! Tu come hai in mente di decorare il tuo Natale? Ti lascerai tentare da qualche moda o novità? O sei più per un tuo stile personale, o piuttosto classico? Fammelo sapere qui tra i commenti; sono curiosa!

Logo

TREND INDOOR PLANTS

Bentornato! Siamo ufficialmente in Estate e il clima vacanziero è sempre più nell’aria… Mentre io devo ancora decidermi se quest’anno mi sono meritata un po di ferie oggi ti propongo un trend che in realtà è di gran moda già da un po!

In linea generale sembra che la questione dell’arredo di casa in questi ultimi tempi stia prendendo una piega sempre più umana e rifletta al meglio i bisogni delle persone che ci vivono.

Un po come sta succedendo per l’alimentazione in pratica. Più si va avanti con gli anni e l’evoluzione scientifica e più i cibi di origine chimica e “finti” ci vengono proposti nei supermercati e quindi sulle nostre tavole. Al contempo però una linea di difesa si è attivata e si è scatenato il movimento vegano (o simili): uno stile alimentare dettato dalla necessità di fare scelte sane e sostenibili.

Ecco, per la casa è quindi la stessa identica questione. Nuovi stili di vita in controcorrente con l’evoluzione della massa e dei ritmi folli a cui la società vuole sottometterci fanno si che anche le nostre mura domestiche si adattino.

Tutto questo perchè, come ho già detto più volte, la casa è davvero lo specchio della nostra vita e la volontà di condurla con un certo stile (sia esso eco-sostenibile, lussuoso, economico o pratico…) e quindi optando per determinate scelte necessita di una base che ce lo permetta, in quanto la nostra vita si appoggia proprio qui.

Ricordiamoci che la casa è il luogo dove la nostra giornata inizia e dove essa finisce!

Sarò sicuramente di parte a questi nuovi stili e cambiamenti che stanno proliferando sopratutto in questo ultimo periodo, lo ammetto! Puoi vederne degli accenni nei vecchi articoli, sopratutto quelli scritti dopo il re-branding che ti avevo presentato non molto tempo fa.

Ma veniamo al sodo… Il trend di cui ti volevo parlare oggi è quello delle piante da appartamento! O meglio, quali piante sono di tendenza in questa stagione per rendere più green le nostre case?

  • STRING OF PEARLS
String of pearl
Via Ludorn
  • SNAKE
Snake
Via The Glitter Guide
  • KENTIA PALM
Kentia palm.jpg
Via Pflanzen Freude
  • JADE
Jade
Via Lily
  • FIDDLE LEAF FIG
Fiddle leaf fig
Via Halfway Wholeistic
  • CACTUS
Cactus
Via Wendy Thornell
  • SPIDER
Spider
Via Brit
  • RUBBER
Rubber
Via Lonny
  • ALOE
Aloe
Via Wiki How

Per me le piantine più simpatiche rimangono sempre e comunque i cactus; ma, anche la string of pearls mi piace davvero molto!

Tu quale pianta preferisci? Hai già una di queste amiche green a casa? Fammi sapere tra i commenti!

Logo

STILE KINFOLK

Si torna a parlare di stili e oggi lo si fa con una forma d’arredo che non solo sta facendo davvero tendenza, ma che amo tantissimo principalmente perchè racchiude tutti quei valori che sono anche i miei.

Ecco qui lo stile Kinfolk.

E’ uno stile che nasce negli Stati Uniti è ha origine tra gli Amish, una comunità religiosa nata in Svizzera e stabilitasi negli USA dal 700.

3

VALORI

Trattando di Kinfolk forse sarebbe ancora più corretto, prima ancora di parlare di stile, descriverne il lifestyle che di conseguenza si riflette poi sul modo di arredare la casa.

In principio era lo stile nordico: ha vissuto un lunghissimo periodo sulla cresta dell’onda ed è stato fotografato e riprodotto come se non ci fosse un domani, facendoci sognare sopratutto per quella gestualità dei padroni di casa che potremmo quasi definire eterea.

Probabilmente è per lo stesso motivo che lo stile Kinfolk ci sta rubando il cuore: la parola-chiave anche in questo caso è essenzialità e per questo motivo si appella a linee e colori minimal, essenziali e puri.

La necessità di rallentare da quelli che generalmente sono degli stili di vita così frenetici e disumani ci ha portato ad amare lo spirito Kinfolk (che letteralmente significa “parenti”), il quale predica il ritorno alla natura e alla vita rurale e di conseguenza il piacere per il cibo sano e conviviale con prodotti biologici e locali.

1

DECORAZIONE 

Lo stile Kinfolf è il risultato dell’incontro tra diversi stili: nordico, rustico, industrial e retrò. Va da se quindi che si tratta di un mix tra colori, pattern e materiali.

Gli elementi che non possono assolutamente mancare sono:

  • le piante. Le idee più in voga su come inserirle sono: all’interno di eleganti campane di vetro, appese con le classiche reti macramè, oppure limitandosi a singoli rami fioriti in semplici vasi.
  • materiali come il legno, il rattan, la pietra e lino e cotone per i tessuti.
  • il bianco predomina tra tutti i colori. Ma troviamo anche accenti dati dal grigio, il verde e il beige.
  • tra gli oggetti troviamo quelli fatti a mano, mobili d’epoca, quelli riciclati, artigianato, souvenir di viaggio e ricordi.

4

5

2

Ed ecco qua! Tu cosa ne pensi? Ne avevi già sentito parlare? Pensi che adotterai alcune caratteristiche di questo stile per rinnovare qualche angolo di casa?

Logo