Tag: decluttering

MERCATOPOLI

E’ tornato Settembre! Mese che segna un po per tutti un nuovo inizio, una nuova ripresa, nuovi obiettivi e propositi da mantenere.

Settembre e quindi l’autunno è anche un po paragonabile alla primavera per alcuni punti di vista: si fa il cambio dell’armadio, ci si prepara per il nuovo cambiamento climatico e si fanno delle pulizie più profonde al fine di eliminare anche tutto il superfluo che si ha accumulato durante i mesi passati.

In pratica Settembre è un ottimo mese per fare un po di sano decluttering!

Lo scopo di tutto questo preambolo è proprio questo: parlarti di alcuni temi che mi stanno strettamente a cuore e condividere con te una scoperta che ho subito amato!

Del decluttering ti avevo già parlato (trovi l’articolo qui), ma oggi vorrei farcire tutto il discorso con altri temi per me molto importanti, quali la sostenibilità, la condivisione, il riciclo e la lotta contro il consumismo.

Ma poichè su questi temi avevo scritto addirittura un vero e proprio ebook, passerò direttamente a parlarti della mia rivoluzionaria scoperta: si chiama Mercatopoli.

Mercatopoli è un negozio dell’usato nato con lo scopo di promuovere un riuso sicuro e consapevole. In Italia non ne esistono ancora molti, ma all’estero funzionano già da tanto tempo molto bene.

1

Il suo servizio è davvero innovativo in quanto è possibile portare in vendita qualsiasi tipo di oggetto in buono stato che voi vogliate: dall’arredamento, all’abbigliamento, oggetti tecnologici, veicoli, libri… Cioè davvero qualsiasi cosa!

Al vostro ingresso uno staff preparato e gentile vi accoglierà per aiutarvi nella fase di vendita. Insieme si stabilisce il prezzo al fine di garantire la massima trasparenza e in genere per i prodotti più recenti esso si aggira intorno al 50% del suo originario valore d’acquisto.

Inoltre esiste un intelligente sistema di tesseramento che permette di sapere chi ha venduto e chi ha comprato un determinato oggetto.

Una volta che l’oggetto viene venduto, è possibile recarsi in negozio per recuperare il denaro contante! Non si ottengono quindi semplicemente dei buoni spendibili solo nel punto vendita, ma si avranno dei soldi veri e propri con il quale è possibile farci quello che si vuole!

Registrandosi al sito sarà possibile controllare direttamente e in tempo reale le eventuali vendite di tutti gli oggetti che hai deciso di mettere in vendita.

I prodotti messi in vendita sono ad altissima rotazione, ciò vuol dire che in genere vengono rivenduti entro 60 giorni.

Se passati 90 giorni l’oggetto dovesse risultare ancora invenduto, esso verrà dato in dono ad un’associazione di beneficenza. I vestiti invece verranno dati direttamente in beneficenza trascorsi i 60 giorni.

2.jpg

Ma un’altra cosa che stavo dando per scontata è che a Mercatopoli puoi anche venire ad acquistare! Se sei un amante del vintage e degli oggetti introvabili sicuramente questo è il posto in cui venire!

Io trovo che il servizio offerto da questo negozio sia davvero qualcosa di ingegnoso e penso a tutti quegli oggetti che custodisco gelosamente a casa e per i quali non riesco a trovare il coraggio di buttare, seppure ormai siano abbandonati a se stessi. Quante volte alcuni di essi ricoprono addirittura un valore sentimentale e/o affettivo?

Sabato 23 Settembre andrò a provare il servizio personalmente! Se anche tu sei quindi interessato ti invito a seguirmi sulle Stories di Instagram e su Facebook per scoprire maggiori dettagli e a non perderti l’articolo che uscirà qui sul blog lunedi prossimo! #VendiConMercatopoli

TO BE CONTINUED… 

Logo

DECLUTTERING

E’ finalmente arrivata la stagione che più preferisco: l’autunno! Si, è vero, dico così all’inizio di ogni nuova stagione… Ma l’autunno è davvero il mio periodo dell’anno!

Sono nata ad Ottobre, l’inizio della scuola poi è sempre stato un momento tanto atteso durante la mia vita da studentessa, adoro le castagne, l’odore della vendemmia, i tramonti mozzafiato che è possibile vedere solo in questo periodo dell’anno, le tisane calde mentre fuori il cielo è grigio, il cambio dell’armadio e… beh, potrei continuare così all’infinito!

Ecco allora che finalmente riesco a far coincidere l’argomento di cui parlarvi in questo post con il periodo dell’anno che stiamo vivendo! Lo sapete che non sempre riesco a stare dietro alle 3000 idee che mi balenano in testa ogni giorno, eh!

Oggi infatti vi voglio parlare del decluttering, una buona abitudine da adottare almeno due volte l’anno, meglio se alle porte della primavera e dell’autunno, infatti.

Ma, che cos’è questo misterioso? In sostanza si tratta di un’azione che porta a liberarsi del superfluo. Il decluttering è un’abitudine adottata sopratutto da tutte quelle persone che hanno preso in mano, o cercano di avvicinarsi ad uno stile di vita più semplice e naturale.

In altre parole il decluttering consiste letteralmente nel liberarsi in maniera definitiva di oggetti inutili per mettere ordine nella propria casa e nella propria vita.

Ebbene si, anche nella propria vita! Ci avete mai pensato? Avere un oggetto in più in casa molto spesso significa dovergli dedicare del tempo per la manutenzione, la pulizia, l’ordine, ecc… Quindi più oggetti possediamo, più il nostro tempo dovrà essere frazionato alla cura di ciascuno di essi. E quando il nostro tempo non è abbastanza per la cura di questi oggetti allora si incorre in una costante sensazione di disordine, di stress e angoscia che non ci fa vivere bene e che ci porta a riconsiderare la nostra idea di tempo.

Vi do un esempio concreto. Mettiamo, per esempio, di disporre di un bel muro libero su cui avete montato diverse mensole. Ovviamente non potrete lasciare le mensole vuote, anche perchè sarebbe dello spazio sprecato (forse!) e allora iniziate a disporre degli oggetti decorativi e totalmente inutili, una pianta, un diffusore d’essenze… A quel punto però le mensole andranno spolverate con una certa regolarità, vi dovrete anche ricordare di dare dell’acqua alla pianta di tanto in tanto se non volete che vi muoia e poi c’è da cambiare le pile al diffusore se si tratta di uno elettrico… E la lista, come potete immaginare, potrebbe continuare!

Molto spesso conduciamo una vita che ci prevale: gli oggetti che possediamo ci prevaricano e il tempo di cui disponiamo è effettivamente sempre meno. E allora perchè non cercare di tornare, per quanto possibile, ad uno stile di vita più semplice, più minimale?

La paura di non uscirne mai però, posso capire, è sempre in agguato. Ecco perchè dovete considerare il decluttering come un viaggio, un’esperienza da vivere a piccole tappe, senza necessariamente doverne vedere già il risultato finale.

Ecco un piccolo consiglio: dedicare un quarto d’ora alla settimana a scegliere cosa eliminare (e liberarsene effettivamente!), ma sopratutto acquistare con più consapevolezza.

Per eliminare, inoltre, non si deve per forza intendere “gettare via”, ma si può per esempio pensare di regalare o vendere. Ricordate che se si può fare del bene anche all’ambiente allora è importante farlo! 

Inoltre è bene ricordare che ci sarà sempre qualcosa di inutile nelle nostre case e che è una cosa normalissima. Le nostre esigenze nel corso della vita cambiano, quindi qualcosa che una volta poteva essere davvero necessaria per noi ad un certo punto potrebbe non esserlo più.

Avete già iniziato a gettare via qualche cosa? Confermate allora che subito dopo ci si sente meglio e di buonumore!

decluttering-by-trendhunter-com
Via Trendhunter.com

Se avete altri consigli su come riuscire a distaccarsi da vecchi oggetti inutili condividili con noi commentando qua sotto, o anche solo per dire come la pensi su questo argomento. Il tuo contributo è importante. Grazie!

Logo