BLOG, Design a 360 gradi arredare, casa nuova, mobili, servizio, sponsored, stile, traslochi

SEI STRATEGIE PER SOPRAVVIVERE AL TRASLOCO

Sponsored.

Decidere di cambiare casa è un passo importante, che può essere basato sulle ragioni più svariate. Questo articolo si rivolge soprattutto a chi sta per traslocare e si trova ad arredare per la prima volta uno spazio suo, ma i consigli riportati possono considerarsi in molti casi universali.

Il primo passo, quello più impegnativo, è trovare la casa che corrisponda alle proprie esigenze economiche, che abbia una posizione comoda e che trasmetta una sensazione positiva di calore e accoglienza, che ci guida nel finalizzare la nostra decisione.

Magari dovrai fare dei compromessi, dovuti anche al budget a tua disposizione, ma l’importante è accettare che la perfezione non esiste, o comunque richiede tempo e pazienza per essere raggiunta.

Questa è forse la fase più difficile, ma la buona notizia è che, una volta conclusa, il più è fatto. Non ti resta che traslocare e sistemare l’arredamento in relazione al tuo stile personale, vediamo insieme cinque consigli utili che ti potranno guidare in questa fase.

3

 

1. Verificare le condizioni della casa

 

In primo luogo, dovrai metterti d’accordo con il padrone di casa sulla gestione dei mobili e stabilire se sono inclusi nel prezzo dell’appartamento e se è possibile fare alcuni cambiamenti, come avere un letto o un armadio più grande, o se c’è bisogno di elettrodomestici nuovi.

L’ideale sarebbe fare un sopralluogo più approfondito, prima di trasferirsi, annotando quello che ha bisogno di essere sistemato.

Se devi mettere in programma piccoli lavori di ristrutturazione o devi cambiare qualche mobile, meglio farlo prima di iniziare il trasloco, in modo che sia tutto sistemato per quando dovrai trasferire scatole e valigie.

 

2. Sistema l’arredamento

 

Se la casa è già ammobiliata, decidi quali cambiamenti effettuare per renderla più pratica e comoda. Cambiare la disposizione dell’arredamento può modificare totalmente la percezione di un ambiente e renderlo più personale. Potrai trovare un nuovo punto focale nella stanza e partire da quello, magari aprire maggiormente lo spazio.

Se ti trovi a dover armonizzare l’arredamento che già era presente, con i pezzi che hai comprato, ispirati allo stile mix&match, che ti consente di creare un ambiente unico e originale.  

Una delle regole da seguire in questo caso è soprattutto la moderazione. Questo significa non “caricare” troppo uno spazio e non accostare stili che non si accompagnano bene tra loro. L’ideale è partire da una palette di colori e di materiali e selezionare i mobili che stanno bene insieme, mantenendo una base neutra.

Nel caso tu debba arredare interamente una o più stanze, piantina alla mano, inizia a fare una lista dei mobili strettamente necessari e pensa a come li vorresti posizionare, tenendo conto anche delle misure. Non esitare a chiedere a parenti e amici se hanno dei mobili che non usano più da regalarti. Anche con mobili usati è possibile creare un ambiente comodo e di classe, che vada bene per i momenti iniziali.

1

 

3. Organizza le tue scatole in maniera efficiente

 

Per trasferire tutto quello che hai, chiedi aiuto a ditte di traslochi esperte. Contattando i professionisti per tempo, potrai anche risparmiare. Molte offrono prezzi speciali per traslochi piccoli o servizi di condivisione dei camion, il cosiddetto groupage.

Sia dal punto di vista ambientale sia da quello economico, per non parlare del risparmio di tempo, è meglio trasportare tutto in un solo viaggio, magari utilizzando un mezzo di trasporto più grande, piuttosto che fare più andate e ritorni in macchina.

Prepara con attenzione scatole e pacchi e prendi nota di dove hai messo cosa, attraverso un inventario di base. Dividi le scatole a seconda delle stanze in cui dovranno essere posizionate.

In questo modo, ridurrai la confusione una volta nella nuova casa, insieme al rischio di perdere o non ricordare più dove hai messo qualcosa di importante.

Prepara anche una piccola valigia con i documenti e tutto l’occorrente per i primi giorni, come se dovessi partire per una vacanza, in modo che sia tutto a portata di mano.

2

 

4. Priorizzare

 

Nel momento in cui inizi a sistemare gli scatoloni, muoviti per ordine di priorità, partendo dalle stanze che utilizzi di più, in particolare dalle camere da letto. Avere un luogo dove riposare tranquillamente, soprattutto in un momento impegnativo come il trasloco, ti aiuterà ad affrontare tutto con più serenità. Cerca comunque di mantenere, per quanto possibile, ordine: non lasciare le scatole in giro per l’appartamento o nei luoghi di passaggio, ma individua un punto della stanza dove posizionarle provvisoriamente. La stessa regola, priorizzare, vale anche per quello che devi comprare. Fai una lista di quello che ti serve, come lenzuola, asciugamani, l’occorrente per la cucina ed eventualmente piccoli elettrodomestici (microonde, tostapane). Dividila in tre parti, in relazione alla priorità, in questo modo ti potrai concentrare su quello che è necessario e solo successivamente sul resto. In relazione a questo, prepara un piano spese che sia adatto alla tua disponibilità del momento.

 

5. Rendi la tua casa accogliente

 

Una volta che la casa sarà agibile, potrai concentrarti sul renderla accogliente e confortevole: è il momento di iniziare ad arredare.

I colori e i tessuti, in questa fase avranno una grande importanza, a partire dalle pareti. Se i muri hanno bisogno di una rinfrescata, è meglio fare questo lavoro prima del trasloco, ma non scegliere fin da subito colori particolari, altrimenti rischi che non ci sia armonia con l’arredamento.

In questa fase potrai sbizzarrirti disponendo i tuoi quadri, le fotografie che preferisci e i ricordi a cui sei più affezionato, sempre tenendo presente che less is more e che è necessario anche guardare al punto di vista d’insieme.

Ispirati alle gallery di Pinterest e Instagram, ai nuovi trends, ma ricordati soprattutto di fare emergere il tuo stile e i tuoi interessi.

Ami particolarmente leggere? Ricava uno spazio ampio per disporre i tuoi libri.

Hai il pollice verde? Anche se hai a disposizione poco spazio, arricchiscilo con qualche pianta o fiore.

 

6. Organizza bene il tuo tempo

 

Questo, durante il trasloco, significa non ridursi a preparare gli scatoloni all’ultimo momento, ma pianificare in modo da fare tutto con attenzione: imballare in maniera intelligente e approfittare per fare un radicale decluttering.

Inutile elencare i benefici di una buona organizzazione, però il fattore aggiunto sarà la possibilità di avere tempo anche per localizzare anche gli enti benefici della tua città ed eventualmente devolvere a loro quello che non ti serve più, oppure organizzare una festa di addio alla casa.

Se, invece ti trovi a dover effettuare un trasloco last-minute, fare una lista di tutto quello che dovrai fare e stabilire una lista di priorità, oltre all’aiuto dei professionisti, ti salverà.

Per quanto riguarda, invece, l’arredamento, non cedere alla pressione di dover avere fin da subito una casa completamente finita, ricordati che è un continuo work-in-progress.

 

Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.