BLOG, Design a 360 gradi

CAMERETTE DA SOGNO

Camerette da sogno

Progettare camerette da sogno purtroppo non è un gioco da ragazzi! Sapevi che questo ambiente è considerato una delle stanze più complesse da arredare di una casa? Occupa il posto subito dopo alla cucina per grado di complessità! Infatti, dietro ad ogni cameretta da sogno si nasconde un mondo. Il mobilificio Federici di Serra Riccò (GE) ha moltissima esperienza in merito e grazie al suo staff ho avuto la possibilità di trascorrere un pomeriggio ricco di formazione. Condividerò con te ciò che ho imparato in questo articolo!

Camerette da sogno

CONSIGLI PER CAMERETTE DA SOGNO

Tendenza comune è quella di allestire la camera per i ragazzi nella stanza più piccola della casa. Proprio per questo motivo le camerette propongono sempre più spesso soluzioni salva-spazio.

Camerette da sogno

Le tradizionali camerette in commercio sono pensate per bambini a partire da 4 anni, ma con i dovuti accorgimenti (come le protezioni al letto) possono essere vissute anche da bambini di 2 anni.

Durante la progettazione della cameretta, è bene anche sapere che il letto a castello viene spesso abbandonato dai ragazzi intorno ai 14 anni, che iniziano a sentirsi grandi.

E’ molto importante inoltre che i materiali siano realizzati secondo le normative e che e le vernici siano certificate.

La scelta per quanto riguarda colori e finiture è ampia: è possibile optare per laminati lisci ad effetto laccato (proposta di Doimo), oppure ad effetto materico (più facile da pulire).

Poiché le camerette diventano sempre più versatili, trasformandosi per accompagnare i ragazzi nelle loro diverse fasi di crescita, si sta diffondendo la tendenza ad usare il colore a piccoli tocchi, a discapito della cameretta completamente colorata.

Inoltre affinché le stanze dei bimbi siano effettivamente camerette da sogno occorre includere nel progetto uno spazio destinato al gioco, che viene di norma identificato con l’area davanti al letto.

Camerette da sogno

FEDERICI MOBILI

Presso Federici Mobili è possibile trovare differenti marchi che si occupano della produzione di camerette per bambini e ragazzi. Vi troviamo infatti Battistella, Doimo (nota azienda che detiene il brevetto di moltissimi meccanismi intelligenti) e Clei, specializzata in camere trasformabili pratiche per spazi ridotti.

Se sei di Genova o dintorni e alla ricerca di soluzioni per la cameretta del tuo bimbo, i vantaggi per cui affidarsi a Federici Mobili sono molti.

L’ottimo rapporto qualità prezzo e l’ampio assortimento sono solo due dei motivi per i quali lo store risulta essere un punto di riferimento per tutta la provincia.

Qui non avrai a che fare solo con i venditori, ma potrai infatti usufruire di un vero e proprio servizio di progettazione da parte di architetti. Questi sapranno guidarti nelle scelta dai colori alla sfruttabilità degli spazi, al fine di ottenere così la cameretta perfetta per le tue esigenze.

Per poter personalizzare i progetti in ogni dettaglio e soddisfare appieno i bisogni dei propri clienti, Federici Mobili si appoggia ad una ditta di fiducia allo scopo di adattare i suoi mobili in caso di situazioni particolari.

Sapevi che in genere il numero di colli per comporre una cameretta è di circa 80? Proprio per aiutarti in questa fase piuttosto complessa, il montaggio viene eseguito da operai con più di trent’anni di esperienza.

Inoltre, in caso di necessità potrai sempre fare affidamento ad un ufficio postvendita che si prenderà cura di te.

OLTRE ALLE CAMERETTE DA SOGNO

I consigli per progettare camerette da sogno per quest’articolo si concludono qui. Se ti sta a cuore il tema dell’interior design in relazione ai bambini però potresti trovare interessanti alcuni articoli che ho già pubblicato in merito. Eccoli qui:

Frivolezze sull’architettura e… Barbie!

Piccoli arredatori crescono

Non dimenticare di commentare: magari potresti dirmi se anche la camera del tuo bimbo osserva alcuni dei consigli che ho qui riportato. Hai altri suggerimenti per quanto riguarda la realizzazione di camerette da sogno? Conosci il mobilificio Federici in provincia di Genova? Leggerò il tuo commento, grazie!

Articolo scritto in collaborazione con Federici, mobili per amici.

#mobilifederici #mobiliperamici #ad

 

0

  1. Ho apprezzato molto questo articolo. Avendo una bambina piccola di pochi mesi è ancora un po’ presto per parlare della sua futura cameretta, ma intanto ho scoperto delle cose nuove. In verità anch’io stavo pensando a mobili su colori neutri e magari dar colore con una parete dipinta.

    1+
    1. Ciao Sara, sono contenta che l’articolo ti sia piacito. Non è mai il momento sbagliato per iniziare a farsi delle idee! Mobili dai colori neutri rendono possibile la personalizzazione in qualsiasi momento e in qualsiasi ambiente, ma in una cameretta è ancora più facile perché il numero dei complementi d’arredo è maggiore (pensiamo ai tessili per il letto, gli accessori da mettere sulla scrivania, i giochi…). Una volta progettata la cameretta valutando gli spazi e le dovute misure, la scelta dei colori sarà la parte più divertente!

      0
  2. La cameretta nel mio caso è la stanza che mi ha dato maggiori problemi per un sacco i motivi.
    Alla fine ho optato per una soluzione ingegnosa, materiali di alta qualità e ho scelto una soluzione che si adatti alle esigenze dei bimbi piccoli ma che potranno sfruttare anche quando cresceranno, senza modifiche eccessive.

    1+
    1. Ciao Priscilla! Come dici tu, trovo proprio che il bello delle camerette moderne stia nella capacità di evolvrsi con l’età dei bimbi. In questo modo si ammortizza di molto la spesa e si può pensare di investire di conseguenza in qualità e design.

      0
  3. E’ sempre più facile trovare mobili belli e con soluzioni creative per bambini e ragazzi, c’è solo l’imbarazzo della scelta ma le idee sono stupende.

    1+
    1. Ciao Alessia, per fortuna le proposte per le camerette dei più piccoli si stanno facendo sempre più variegate ed ingegnose. Come al solito le principali difficoltà sussistono solo in caso di mancanza di spazio, altrimenti c’è l’imbarazzo della scelta!

      0
  4. Alcune camerette per bambini sono davvero bellissime, ma credo che quando sarà il momento di arredare quella di mio figlio sceglierò pochi pezzi facilmente sostituibili in modo da poterla modificare man mano che cresce senza essere legata a una struttura più rigida della cameretta completa 🙂
    Io sono cresciuta con una cameretta bellissima in legno, ma da adolescente mi è mancato un pochino non poterla modificare e personalizzare!

    1+
    1. Ciao Paola! La tua soluzione effettivamente sarebbe l’ideale, ma le camerette di cui parlo in questo articolo sono pensate per chi ha problemi di spazio e/o desidera ammortizzare la spesa con una camera capace di evolversi con l’età del bambino. Anche la mia cameretta aveva un profilo troppo rigido che non ho potuto personalizzare quando sono diventata adolescente, ma penso che con queste camerette ci sia più possibilità. A te valutare 😉

      0
  5. Queste camerette sono davvero bellissimi! Come mamma di due “maschietti” ormai cresciuti, guardandole mi sono immaginata quanto si sarebbero divertiti a giocare in alcune di queste! Bellissime anche le foto!

    1+
    1. Ciao Cristina! D’altra parte si progetteranno mobili sempre più funzionali ed estetici, quindi penso che se anche i tuoi figli fossero cresciuti in camerette così, in futuro avresti comunque pensato quanto mi hai appena scritto. So, enjoy 😉 Grazie per aver apprezzato anche le fotografie!

      0
  6. Penso anch’io che la cameretta per i bimbi debba essere studiata per adattarsi alle loro esigenze e alla loro crescita. Queste in foto sono davvero bellissime e funzionali, la mia da bimba non era certo così!

    1+
    1. Ciao Stefania! Hai perfettamente ragione: anche la mia cameretta, pur essendo molto bella, non era come queste. Fortunatamente stanno brevettando sempre più soluzioni per facilitare la progettazione di queste stanze e migliorarne l’esperienza d’uso.

      0
  7. Mi piace molto quest’idea delle camerette un po’ diverso dei soliti standard, Spesso le stanze dei bambini hanno un mix quasi prefabbricato. Ne terrò presente tra un po’ quando dovrò fare le camerette ai miei due piccoli

    1+
    1. Hai ragione Julia: soprattutto in passato (anche solo qualche decennio fa) le camerette sembravano essere ricavate da blocchi. Oggi fortunatamente si prediligono composizioni più libere, spesso a vantaggio di stanze più luminose e armoniose dal punto di vista estetico.

      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.