BLOG, Design a 360 gradi blog design italiani, blog interior design, blogger di arredamento

DESIGN BLOGGER: CHI E’ E CHE COSA FA

Design blogger

Mentre praticamente tutti ai giorni nostri conoscono la figura della fashion blogger, anche grazie all’incredibile popolarità della nostra Chiara Ferragni, ancora pochi sanno che esistono ugualmente i design blogger, o home style blogger.

Sicuramente il settore fashion è molto più noto e alla portata praticamente di molte più persone, così come il settore alimentare (da cui i food blogger), o i viaggi (travel blogger)…

Sarai sconcertato nello scoprire che esistono blogger per qualsiasi tipo di contenuti: make-up, matrimoni, libri, piante, ecc…

Sicuramente i design blogger fanno parte di una categoria molto più di nicchia, ma esistono. E io ne sono un esempio!

Design blogger

Oltre a svolgere la professione d’interior designer infatti mi guadagno da vivere anche come blogger, design blogger nello specifico.

COSA FA IL DESIGN BLOGGER

Ma cosa fa una design blogger? In pratica, per capire meglio cosa fa una design blogger, o il blogger di molti altri settori, bisogna immaginare una figura molto simile a quella di un giornalista. Magari un giornalista freelance in questo caso.

Infatti il ruolo principale del design blogger è proprio quello di scrivere articoli sul proprio blog (talvolta anche su quelli di altri) per divulgare argomenti inerenti all’arredamento.

Design blogger

Gli argomenti nello specifico possono essere tra i più disparati. Ecco quelli principali:

IL DESIGN BLOGGER PRESENTA LE NUOVE COLLEZIONI

Spesso i brand di arredamento inviano ai blogger i propri press kit in cui illustrano i nuovi prodotti in arrivo e di cui ne sviluppano in formato testuale il concept. I press kit (cartelle stampa, in italiano) racchiudono materiale illustrativo privo di copyright e quindi pubblicabile senza conseguenze penali.

Questi possono essere inviati via email nella maggior parte dei casi, ma può capitare che alcune aziende inviino il materiale anche in formato cartaceo.

Nel caso di collezioni che non riguardano mobili di grosse dimensioni, può arrivare anche un campione in modo che il blogger lo possa testare e scattare delle foto originali per il proprio spazio virtuale. E’ il caso per esempio di nuove pitture, o tessuti…

IL DESIGN BLOGGER VA ALLE FIERE DI SETTORE

Farò l’esempio del Salone del Mobile di Milano perchè è l’evento più conosciuto nel settore dell’interior design.

In questo caso si può scrivere un articolo che annunci al pubblico le date ufficiali dell’evento e alcuni spoiler sulle novità che verranno presentate.

Un altro articolo correlato potrebbe essere scritto una volta avvenuto l’evento come resoconto di ciò che si è visto.

Un’altra tematica correlata è poi anche su quelle che saranno le tendenze per la casa a venire. Perchè agli eventi, se si ha buon occhio critico, è possibile cogliere anche i trend senza che nessuno te li dica!

IL DESIGN BLOGGER FREQUENTA SHOWROOM E NEGOZI DI ARREDO

Chi ha una passione sfrenata per la casa, non si limita solo alle fiere e agli eventi del settore. Ma coglie ogni momento possibile per fare una capatina in qualche showroom e non.

Anche da questo tipo di attività è possibile cogliere le nuove tendenze e sicuramente rimanere aggiornati sull’evoluzione della collezione di un determinato brand d’arredo.

IL BLOGGER DI ARREDAMENTO LEGGE LIBRI E RIVISTE DEL SETTORE

Costituiscono del materiale di approfondimento a quello che è già di base un blog, ma può capitare anche il contrario. E quindi se il blogger si imbatte su un articolo che gli piace particolarmente e ha delle idee per ampliarlo, magari anche mettendo insieme più pezzi tratti da riviste o libri vari, ha del materiale per scrivere un articolo.

Il fil rouge di tutta questa attività è sempre quella di divulgare il verbo, parlare di interior designer e arredamento in tutte le salse per informare, o anche solo per dare ispirazione.

IL BLOGGER DI ARREDAMENTO SCRIVE DI HOME TOUR

Altri articoli sono finalizzati al mostrare la propria casa, o anche quella di altri.

Alcune persone hanno buon gusto anche senza avere una formazione da interior designer e possono permettersi il lusso di aprire un blog per mostrare la propria casa e la sua evoluzione. Se fanno un acquisto per esempio lo recensiscono

Spesso chi ha una casa bella e presentabile e ha aperto un blog al fine di aprire le proprie porte al mondo, ha anche un profilo Instagram in cui pubblica ogni singolo dettaglio e una rete molto ampia di persone che condividono la stessa passione. Da qui la possibilità di poter rendere pubbliche anche le case di altre persone.

Ma dei social network più in generale ne parliamo tra un momento…

ALCUNI DESIGN BLOGGER DANNO CONSIGLI E TIPS PER LA CASA

Molti design blogger sono anche interior designer come me, o architetti, e hanno quindi una conoscenza del settore piuttosto ampia, che va al di la di fattori ed eventi esterni.

In questo caso il blogger può rendersi maggiormente utile alla comunità digitale dando consigli di arredo appresi durante il proprio periodo di formazione, o sulla base della propria esperienza a seguito dei lavori svolti.

DESIGN BLOGGER: NON SOLO BLOG!

Quindi, ora che abbiamo capito che l’attività principale di un blogger è quella di scrivere sul proprio blog qualsiasi tipo di contenuto inerente l’interior design e l’arredamento, vediamo come si è sviluppata questa figura con l’epoca dei social network.

Il blog è uno strumento poco immediato: scrivere un articolo richiede giorni di lavoro o, nei casi più fortunati, ore. Per cui anche il numero di contenuti che possono essere prodotti si riduce. E se si riesce a pubblicare più articoli inevitabilmente la qualità di questi si abbassa…

Ecco quindi il vantaggio dei social!

Design blogger

Instagram è un social prettamente visivo e quindi ottimo per chi tratta argomenti legati alla sfera visuale, come l’arredamento appunto. Lo prenderò quindi come esempio.

Le storie sono istantanee! Se si va ad una fiera, come per esempio il Salone del Mobile, in cui c’è tantissima roba da vedere, basta tirare fuori il proprio smartphone e scattare foto a raffica per mostrare ai propri follower le nuove collezioni, le tendenze e dare nuove ispirazioni.

E nel caso dei post? Si tratta di micro contenuti in cui vengono condivisi argomenti simili a quelli trattati sul blog.

DESIGN BLOGGER, FATTURATO E CHI PUO’ FARLO

Quello che ho scritto in questo blog è praticamente alla base dell’attività di ogni design blogger.

Ci sono poi alcune differenze che fanno si che alcuni blogger guadagnino più di altri e non riguarda assolutamente il numero di follower su Instagram. Si tratta di un altro argomento molto lungo, per cui lo riserverò per un prossimo articolo…

Intanto però ti dico che il lavoro del design blogger lo può fare chiunque; non servono lauree o titoli di studio vari. E’ sufficiente una buona base di italiano e una connessione a internet. E può diventare un bellissimo modo per guadagnare con la propria passione per l’arredamento!

Se questo articolo sull’attività da design blogger ti è piaciuto, ti suggerisco alcuni articoli che potrebbero essere di tuo interesse:

Blogtour da Oikos

Lavoro di una design blogger

Rubrica sulle tendenze in arredamento

Non dimenticare di commentare, magari scrivendomi cosa ne pensi dell’attività di design blogger. Hai mai pensato di diventarlo? Hai delle domande a riguardo? Non vedo l’ora di leggere il tuo commento, ma soprattutto condividi l’articolo sui tuoi social se pensi che possa interessare o essere d’aiuto anche ai tuoi amici e per supportarmi nel mio lavoro (qui sotto trovi tutti i canali di condivisione!). Grazie di cuore!

Vuoi rendere unico lo stile della tua casa con un progetto d’interior design? Ecco come posso aiutarti!

Firma

 

 

Hai già visitato la Libreria Segreta?

Ti darò il benvenuto in una sezione riservata, dove scaricare tante guide in formato ebook con tips per arredare ogni stanza di casa. Ottieni la chiave per accedere: iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.