BLOG, Professione interior designer architetto famoso, famoso su instagram, Instagram per architetti

PIÙ FOLLOWER SU INSTAGRAM PER ARCHITETTI

Più follower su Instagram per architetti

Il titolo Più follower su Instagram per architetti è chiaramente una provocazione e se non è la prima volta che approdi sul mio blog sai già come la penso…

In realtà questo articolo dovrebbe intitolarsi 3 fattori che non ti permettono di sfruttare internet per trovare clienti per i tuoi progetti. Come vedi però sarebbe stato molto meno glamour e probabilmente con un titolo del genere l’articolo non sarebbe neanche mai stato indicizzato da Google per la ricerca.

Grazie SEO che almeno tu hai delle regole ben precise su come essere trovati online, non come il tuo amico Instagram e Co!

Ma ho deciso di scrivere questo articolo non per fare polemica, bensì per aiutarti  a capire come utilizzare Internet per trovare tanti (infiniti) clienti per il tuo studio di architettura.

FATTORE n.1: PIÙ FOLLOWER SU INSTAGRAM

Il problema è che oggi i social sono uno strumento molto glamour, sono d’accordo, e quasi tutti vorremmo una fetta di quella celebrità che gli influencer vantano. Ma i social sono sempre più inflazionati, il numero di utenti che vi approda cresce in maniera esponenziale e troppi sono disposti a tutto per ottenere più follower su Instagram.

La verità è che solo i profili nati agli albori di Instagram, quando non vi erano ancora così tanti creator, riescono oggi a vantare un seguito invidiabile. E questi profili sono tutti quelli che hanno avuto la fortuna di non farsi portare via l’account per qualche strano bug della piattaforma, come è successo alla sottoscritta alla soglia dei 10mila follower.

Ovviamente anche oggi è possibile farsi strada tra i luccichii dei social, ma la fortuna (anche detto algoritmo) gioca la sua buona parte.

Magari hai fatto pure dei corsi, seguito i guru più in trend del momento, o ti sei affidato ad un social media manager o ad un’agenzia di comunicazione. Ma se sei finito qui probabilmente è perchè non sei soddisfatto dei risultati ottenuti.

Disclaimer Non ho nulla contro ai guru dei social, i social media manager e alle agenzie di comunicazione, anzi! Conosco personalmente professionisti di questo settore molto validi e competenti. Tuttavia una presenza online strutturata unicamente intorno ai social rimane fine a se stessa. E soprattutto diffida da chi si pone come una di queste figure se il suo unico lavoro è creare grafiche accattivanti da postare, perchè in questo caso non si tratta d’altro che di un grafico.

PIÙ FOLLOWER SU INSTAGRAM: PERCHE’ E’ COSI DIFFICILE?

Ma sai qual è il vero motivo per cui avere più follower su Instagram (o su altri social) è così difficile? Perchè non lavorano di SEO.

La SEO è una raccolta di linee guida chiare e semplici che se applicate bene e con costanza dopo qualche mese portano il traffico promesso, ma funziona solo per i blog, Pinterest e YouTube.

Per Instagram, TitTok e se vogliamo anche Facebook esiste un altro principio chiamato algoritmo, che secondo dei calcoli informatici in continua evoluzione e aggiornamento decidono come spingere o meno ogni profilo social.

L’algoritmo è solo in una minuscola parte gestibile dall’utente tramite qualche trucchetto (dicesi strategia), ma la verità è che è solo lui che decide le sorti di tutti noi.

FATTORE n.2: CONVERSIONE

Contratto

Mettiamo che sei riuscito a superare il primo grosso ostacolo, ovvero quello di avere più follower su Instagram. E magari oggi vanti un discreto seguito e sei qui per capire come convertire i tuoi follower in clienti desiderosi di vivere in una casa progettata esclusivamente da te.

Conosci il tasso medio di conversione del numero di follower in clienti? Personalmente non ho trovato dati in merito, ma se tu lo sai scrivimelo nei commenti!

Però, quello che starò per dirti non ti piacerà…

Esistono tante ricerche che dimostrano come per generare vendite di prodotti fisici sia necessario un elevato numero di follower e come per i servizi ad alto ticket la conversione sia ancora più complessa perchè entrano in gioco fattori, quali la fiducia e il personal branding.

SPIEGAZIONE DELLA COMPLESSITA’

L’algoritmo, qualunque sia il numero dei tuoi follower, non mostrerà i tuoi contenuti a tutti loro. Man mano che il tuo pubblico diventa sempre più alto, anche la percentuale di follower ai quali il temutissimo algoritmo deciderà di mostrare i tuoi contenuti, diventerà sempre più bassa.

Considera che non tutte le persone che continueranno a vedere i tuoi contenuti e ad interagire con loro (tra cui spesso anche colleghi di lavoro) acquisterà da te un progetto, ma solo una piccola percentuale.

Ti darò una bella notizia, dopo tante brutte. Convertire questa percentuale in clienti in realtà è semplice con le opportune tecniche del marketing online e il giusto mix di contenuti. Io stessa le ho applicate e ho visto i risultati. Ma non sto scrivendo questo articolo per parlarti di questo, bensì per cambiare il tuo punto di vista e aiutarti a generare clienti online con meno fatica.

Infatti, a questo punto dell’articolo concorderai con me che si tratta di una bella fatica. Oltre al disagio del dover stare quasi costantemente con il telefono in mano a pubblicare post e storie!

FATTORE n.3: LA PERDITA DI TEMPO NELLA LOTTA PER PIÙ FOLLOWER SU INSTAGRAM

Perdere tempo

Mettiamo ora che tu faccia parte di quella fortunata fetta di architetti che siano riusciti a raggiungere più follower su Instagram e a mettere in pratica una valida strategia di conversione.

Rimane comunque un problema non indifferente da risolvere: come riuscire a portare avanti sia i progetti per i clienti che la creazione di contenuti senza andare in burnout?

Un altro problema non indifferente legato ai social infatti è che per funzionare necessitano di una produzione di contenuti continua. Le storie svaniscono dopo un giorno e la vita di un post in media è di qualche ora (si stimano 3-4 ore). Dopodiché il contenuto sprofonda sotto al peso di nuovi post prodotti da altri utenti, per poi finire del tutto nel dimenticatoio.

Altra eventualità da tenere in considerazione è la perdita del profilo. Significa non poter più accedere ad anni e anni di lavoro in maniera irreversibile. Conosco tanti colleghi che per vari bug o aggiornamenti della piattaforma hanno perso il proprio lavoro. Può non esserti ancora successo, ma ti assicuro che accade più comunemente di quanto tu possa solo immaginare.

E’ successo anche a me!

SOCIAL VS BLOG

Non tutti sanno che i blog nascondono un lato ancora più glamour dei social. Grazie alla possibilità di venire trovati su Google con le parole chiave, giornalisti e aziende contattano i blogger per interviste e inviti, o collaborazioni.

I blog sono esplosi intorno al 2010 per poi passare di moda con l’avvento dei social network. Alcuni architetti con la passione per la scrittura e il web ai tempi si sono lanciati aprendo il loro spazio virtuale. Poi ne hanno scoperto le potenzialità e non l’anno più abbandonato.

Le persone mi trovano digitando su Google una domanda alla quale cercano risposta, oppure direttamente con una ricerca locale. Con un blog posso dimostrare a pieno il mio bagaglio di conoscenze. Ma posso anche portare le persone nel mio mondo con uno strumento che non pone alcun vincolo.

Il tempo che impiego per scrivere un articolo è in media di tre ore a settimana. Molto meno tempo se paragonato alla produzione di post  e storie quotidiane. Mi basta un articolo a settimana per stare intorno alle 4mila visite mensili. Nel 2023 il mio blog ha generato più di 60 contatti interessati ai miei servizi (progetti e consulenze).

Inoltre, pagando pochi euro all’anno ho anche la garanzia che i miei contenuti non andranno mai persi.

Più follower su Instagram

PIÙ FOLLOWER SU INSTAGRAM: SEI ANCORA D’ACCORDO?

Allora, sono riuscita a convincerti ad aprire al più presto il tuo blog? Fai in fretta: Google premia anche la storicità di ogni sito internet!

E se nutri ancora qualche dubbio, o ti ho incuriosito e vorresti approfondire l’argomento, ecco alcuni articoli che potrebbero essere di tuo interesse:

Design  blogger: chi è e che cosa fa

Sono una blogger di arredamento: i vantaggi!

Come si diventa influencer?

Non dimenticare di commentare, magari scrivendomi cosa ne pensi di avere più follower su Instagram. Hai già provato a crescere sui social? Hai scoperto il segreto per avere più follower?  Non vedo l’ora di leggere il tuo commento, ma soprattutto condividi l’articolo sui tuoi social se pensi che possa interessare o essere d’aiuto anche ai tuoi amici e per supportarmi nel mio lavoro (qui sotto trovi tutti i canali di condivisione!). Grazie di cuore!

Vuoi rendere unico lo stile della tua casa con un progetto d’interior design? Ecco come posso aiutarti!

Firma

 

 

Hai già visitato la Libreria Segreta?

Ti darò il benvenuto in una sezione riservata, dove scaricare tante guide in formato ebook con tips per arredare ogni stanza di casa. Ottieni la chiave per accedere: iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *