BLOG, Design a 360 gradi caldaia vecchia, la caldaia non parte, sostituzione caldaia enea

SOSTITUIRE LA CALDAIA DOPO QUANTO TEMPO?

Sostituire la caldaia

La caldaia domestica non dev’essere cambiata nel momento in cui si rompe e non funziona più. Ci sono tanti campanelli d’allarme e motivi per cambiare la caldaia prima che questa smetta di funzionare all’improvviso, magari proprio in pieno inverno!

Non solo, se la caldaia si rompe e in quel momento si pensa di ripararla è necessario tenere a mente che: costa molto ripararla, comprare il modello da un giorno all’altro comporta dei costi maggiori, i problemi della caldaia, se sottovalutati potrebbero causare danni che richiedono interventi immediati e anche dei pericoli.

Quindi: dopo quanto tempo sostituire la caldaia? Lo vediamo in questa guida!

SOSTITUIRE LA CALDAIA QUANDO E’ TROPPO VECCHIA

Il primo motivo per cambiare la caldaia è considerarne l’età. Se è stata installata da oltre 10 anni, allora probabilmente è giunto il momento di sostituirla con una nuova. Infatti, se ha più di 10 anni questo vuol dire che risale a prima del 2015 e che la sua tecnologia è obsoleta.

Questo perché dal 2015, sono stati introdotti nuovi modelli, come quelli a condensazione, che permettono di consumare meno e di rispettare l’ambiente.

Stai cercando info su caldaia a condensazione prezzi? Un altro vantaggio della caldaia a condensazione è il rapporto qualità prezzo che permette di cambiarla senza supportare una spesa che sia eccessivamente onerosa.

CAMBIARE UNA CALDAIA RUMOROSA

Anche se non ha dieci anni, possono esserci altri motivi che possono portare a scegliere di installare una caldaia nuova e più efficiente.

Ad esempio, quando la caldaia diventa molto rumorosa. Se si avverte un suono simile a quello di un ronzio costante e basso, vuol dire che la caldaia ha dei problemi che magari la porteranno a rompersi.

Eventuali vibrazioni e colpi insoliti possono indicare una serie di problematiche come una valvola rotta, oppure una pompa che non funziona bene.

Il primo passo è contattare un tecnico e verificare se l’origine del problema sia facilmente risolvibile oppure se la riparazione richiede un costo oneroso.

Se la riparazione ha un costo elevato, o dopo che questa è stata svolta il problema non si risolve, il consiglio è di acquistarne una nuova e più efficiente.

UNA CLASSE ENERGETICA BASSA

Un aumento dei costi della bolletta del gas è dovuto spesso ad elettrodomestici malfunzionanti e con una classe energetica troppo bassa. E’ la classe energetica che definisce anche i costi e da questa si può comprendere se si deve cambiare o meno.

Se la caldaia è stata acquistata molto tempo fa, bisogna sostituirla, in quanto molto probabilmente la classe energetica di appartenenza è al di sotto della A. Se ad esempio si tratta di una classe B o C, il consiglio è di acquistarne una il prima possibile per ridurre i consumi e avere un modello più efficiente.

I TERMOSIFONI IMPIEGANO MOLTO TEMPO A RISCALDARSI

Quando la caldaia non ha più i giusti livelli di efficienza si nota subito come i radiatori non si riescono a riscaldare in tempi brevi. Questo vuol dire che la caldaia non riesce a raggiungere la temperatura di funzionamento velocemente e al contempo non è in grado di produrre calore in tempi brevi.

Sostituire la caldaia

Il malfunzionamento dei termosifoni può essere causato proprio da una caldaia che non funziona più bene e bisogna procedere alla sua sostituzione.

Non solo se la caldaia non funziona bene è molto probabile che i consumi aumentino, in quanto più tempo ci vuole a raggiungere la temperatura più alto è il consumo di gas necessario al suo funzionamento.

E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI SOSTITUIRE LA TUA CALDAIA?

Se l’argomento su come riconoscere il momento perfetto per sostituire la caldaia ti ha particolarmente interessato, ti suggerisco altri articoli dedicati agli elettrodomestici ed efficienza domestica:

Signature Kitchen Suite e il frigorifero da 76cm

Energia luce: risparmiare con consigli d’arredo

Pergole bioclimatiche

Non dimenticare di commentare, magari scrivendomi cosa ne pensi di questa guida alla sostituzione della caldaia. Qual è la ragione che ti spinge a cambiarla? Quale tipo di caldaia preferisci (a pellet, a gas, a legna. elettrica, ibrida…)? Non vedo l’ora di leggere il tuo commento, ma soprattutto condividi l’articolo sui tuoi social se pensi che possa interessare o essere d’aiuto anche ai tuoi amici e per supportarmi nel mio lavoro (qui sotto trovi tutti i canali di condivisione!). Grazie di cuore!

Vuoi rendere unico lo stile della tua casa con un progetto d’interior design? Ecco come posso aiutarti!

Hai già visitato la Libreria Segreta?

Ti darò il benvenuto in una sezione riservata, dove scaricare tante guide in formato ebook con tips per arredare ogni stanza di casa. Ottieni la chiave per accedere: iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.