STILI, TRAME, MATERIALI E TESSUTI

MATERIALI E TESSUTI: anche i materiali, come i colori di cui abbiamo già parlato, faranno riferimento alla natura, quindi prediligete pietre naturali per rivestimenti e pavimenti. A queste potrete accostare il legno, ma anche la pelle avrà un ruolo importante, sopratutto per le sedute (divani, sedie e poltrone).

STILE: Minimal, il quale rinuncia totalmente a fronzoli e spesso anche a decorazioni in favore dello spazio e della luce, protagonista indiscussa di quest’anno.

TRAME: le stampe geometriche in stile anni ’60/’70 e quelle floreali.

ACCETTABILE: il Total White.

ASSOLUTAMENTE DA EVITARE: l’abbinamento Black&White.

IL SOGGIORNO: il soggiorno si trasforma in living, cioè uno spazio da vivere tutto il giorno. Per cui nelle case moderne accade spesso che i confini tra questo e la cucina si confondano, lasciando spazio ad un open space. La cucina non è più relegata ad un angolo, il famoso “angolo cottura”, ma è esibita con orgoglio in tutta la sua bellezza e all’occorrenza può nascondersi dietro librerie, pareti o porte a scorrimento.

LA CUCINA: nel 2015 le cucine faranno riferimento al colore, quindi in questo ambiente non si potrà ricorrere al Total White, al contrario di quanto affermato prima. Si potrà però fare ricorso al bianco in abbinamento ad altri colori che richiameranno quelli della natura, quindi l’arancio (nella tonalità di un tramonto di fine estate), l’azzurro cielo e tutti quelli della scala dal rosso al marrone o con le trame del legno e della pietra. In maniera particolare sono di tendenza gli accostamenti di colore che apparentemente risultano contrastanti. Per quanto riguarda la scelta dei materiali invece, la pietra o il legno non potranno essere utilizzati da soli, ma in abbinamento tra loro oppure con la pelle. Ideali anche gli accostamenti con altri metalli come l’ottone o il rame. Lo stile più in voga sarà quello rustico/moderno senza tempo, ma sempre in chiave Minimal; anche se la vera tendenza la si potrà vedere nelle cucine ad isola e in quelle in muratura.

LA CAMERA DA LETTO: anche questa stanza evolve e viene contaminata dalla stanza da bagno attraverso vasche e docce di design a vista. Scompaiono poi gli armadi in quelle case che hanno la fortuna di avere uno spazio da destinare alla realizzazione di una cabina armadio. La testiera del letto si fa più larga, diventa imbottita e reclinabile.

IL BAGNO: diventa la stanza protagonista della casa 2015 trasformandosi quasi in una piccola beauty farm domestica. Qui si preferiscono mobili dalle linee pulite e forme geometriche, rubinetteria di design, lavabi tondeggianti. Assolutamente da evitare il classico armadietto, da sostituire invece con cassetti estraibili oppure con mobili da bagno che quasi potrebbero adattarsi ad ogni altro ambiente della casa. Le vasche e le docce di design sono l’ultima tendenza in fatto di arredo, specie quelle che includono il servizio sauna e/o idromassaggio.

Top 10: colori primavera/estate 2015

“Ci stiamo muovendo verso un mondo di colori pastello e dai toni neutri, in cui la parola chiave diviene eclettico“, afferma il Direttore Esecutivo di Pantone Leatrice Eiseman. “Le reminiscenze sono molto folcloristiche, sono ancora presenti le fantasie floreali, ma il soggetto principale diventa quello della fuga verso paradisi esotici e paesaggi tropicali. … Tutti sappiamo quanto la contemporaneità sia caratterizzata da un vivere frenetico e pieno di stress, tanto che il nostro stesso processo cognitivo ruota in parallelo alle lancette dell’orologio. Gli stilisti ne sono consapevoli, e puntano su toni minimal, capaci di portare un po’ di aria fresca. Ritrovare il contatto con la natura diventa quindi fondamentale.”

I colori di tendenza di questa stagione vanno però interpretati in chiave glacè: “Dona un velo patinato alle classiche cromie. Un tocco più freddo, in grado di trasformare e reinterpretare ciò che è già visto in una chiave più glamour, senza per nulla minare il calore tipico e irrinunciabile dei grandi classici del periodo“.

1_ Marsala Si abbina bene con: Sandstone e Classic Blue.

2_ Aquamarine: Un inizio in grande stile? Acquamarine! E’ un colore fresco, frizzante, quasi etereo. E’ associato al concetto dell’acqua, della cristallina libertà dell’oceano. Sicuramente, un ottimo alleato contro lo stress“. Si abbina bene con: Glacier Gray e Marsala.

3_ Scuba Blue: Questa è una bella novità. Un colore più frizzante e divertente rispetto al solito azzurro o blu. E’ vibrante, e permette di giocare molto di più. Questo è ciò che intendevo per “ricerca dell’esotico”. Una tonalità che regala l’illusione di un vero e proprio tuffo nelle acque di un paradiso tropicale. Una elettrica fuga dalla realtà“. Si abbina bene con: Classic Blue e Lucite Green.

4_ Lucite Green: “Un colore che negli ultimi anni aveva un po’ perso il suo fascino, ma che si prepara ad un grande ritorno. Ha sicuramente un raffinatissimo tocco retrò. La novità? Risiede nel nome stesso: è leggero visivamente, la sua texture appare quasi impalpabile e sembra sfociare nella trasparenza. Ecco il perché della componente Lucite“. Si abbina bene con: Classic Blue e Scuba Blue.

5_ Classic Blue: Sicuramente un must della stagione primavera estate, in generale. E’ universale, si può mixare con qualunque colore. Il classico intramontabile. Mi piace pensare a questa particolare cromia come ad un caro amico: è sempre lì per noi. In qualunque zona della casa si decida di sfoggiarlo, su una parete o sugli intarsi di un accessorio decor, si può stare tranquilli. Creerà sempre un background perfetto al quale abbinare tutti gli altri colori“. Si abbina bene con: Sandstone e Marsala.

6_ Neutral: Caldo, versatile, organico. Trasmette una percezione molto naturale nella quale è impossibile trovare il minimo riferimento al concetto di sintetico. Come un tuffo in un mare di sabbia. L’idea alla quale si lega è quella del vero ingresso nella bella stagione, con il primo colpo di sole o la prima abbronzatura”. Si abbina bene con: Lavender Herb.

7_ Strawberry Ice: Un nome davvero interessante. Tutti conosciamo la tonalità Strawberry. E’ calda, confortevole e affascinante. Ma ora assume una nota più fredda, più raffinata. Dalla moda alla casa, è inoltre in grado di irradiare sulla pelle o sulle pareti intorno un bellissimo colorito, con una base rosa, che tutti desideriamo avere nella stagione del sole.“ Si abbina bene con: Toastaed Almond e Tangerine.

8_ Tangerine: Da un po’ sulle scene, è davvero una tonalità da riscoprire. Appartiene all’universo dell’arancione, ma si discosta da questo. E’ spontaneo, divertente, energico, proprio come un arancione che si rispetti dovrebbe essere. Ma Tangerine si presenta in modo più soft, più discreto. E’ poi ha quella nota così charming.. Qualità alla quale il suo antenato agrumato dovrebbe aspirare..“ Si abbina bene con: Toasted Almond e Strawberry Ice.

9_ Custard: Un dolce suono che già spiega tutto. Custard: crema pasticcera. E’ delizioso, solare, divertente. Ha inoltre la spiccata capacità di essere rilassante. Ciliegina sulla torta, per rimanere in tema gastronomico, è davvero di facile collocazione.“ Si abbina bene con: Classic Blue.

10_ Glacier Gray: Ecco un altro colore neutro e naturale. Una vera occasione d’oro, quella di utilizzare un’altra cromia fredda durante la stagione del sole. Ha la funzionalità del grigio, quindi la sua facilità di abbinamento con tutti gli altri colori. E’ in grado di creare contrasti, che nell’arredo spesso si rivelano vincenti, ma allo stesso tempo fondere tra loro le differenti palette, arrivando a trasmettere una percezione di uniformità davvero poco comune. Ciò che più mi colpisce è che, pur appartenendo al ventaglio delle cromie cosiddette naturali esattamente come il verde, mentre quest’ultimo riporta al concetto di prati e foreste, il Glacier Grey è collegato istintivamente a qualcosa di organico. In esso ritroviamo la roccia, il solido. Ecco, costituisce le fondamenta cromatiche della casa. Quale sensazione più calda e rassicurante?” Si abbina bene con: Dusk Blue e Treetop.

                                                                                  

 

Il 2015 sarà al sapore di Marsala!

E’ davvero un colore insolito per la stagione primavera estate, ma in realtà ne rappresenta uno dei fondamentali, proprio come il Classic Blue. E’ dotato di una grande forza e un’enorme personalità, ed è capace di nutrire il corpo come la mente. Marsala è fatto per catturare i sapori più deliziosi, come un bicchiere di vino, da bere o da utilizzare in cucina“. Leatrice Eiseman, direttore esecutivo presso il Pantone Color Institute.

————————————————————————————————————————————

Ogni anno Pantone Color Institute seleziona un colore e a tale scelta verrà attribuito pressochè valore di legge per la progettazione degli interni più di tendenza. Pantone Inc. è un’azienda che si occupa della catalogazione dei colori e della produzione del sistema della loro produzione; un vero e proprio centro di ricerca sui colori quindi.

Gli interni più in voga di quest’anno avranno tutto il gusto del marsala. Eh si, perchè il Marsala è stato scelto come colore di tendenza per il 2015.

Si tratta di un rosso scuro tendente al marrone. La sua è una matrice bordeaux mischiata al viola. Può essere impiegato nella sua versione più pura o sfumato in diverse intensità.

“La novità del 2015 è il fatto che queste tonalità assumono una patina glaciale, più fredda, riuscendo a mantenere intatto il loro calore. Tutto ciò le rende più glamour.”  L. E.

DOVE E’ l’deale sopratutto per gli arredi e i complementi della zona giorno, della cucina e della sala da pranzo; ma è anche efficace per quelli della camera da letto. Anche volendo tinteggiare un intero ambiente di questo colore comunque si ottiene un bell’effetto visivo.

COME ABBINARLO Può essere usato sia come colore principale, sia per dare carattere ai dettagli. E’ perfetto se accostato ai colori neutri. Otterrete un effetto sorprendente accostandolo con il blu marino, il blu elettrico, il cobalto o il grigio tenue e il pervinca. Di una tonalità più chiara invece può essere abbinato tranquillamente ad una varietà quasi infinita di altri colori.

CONSIGLIO Valorizzare la tonalità sopratutto con gli accessori in un ambiente a sfondo neutro.

“Il colore Marsala arricchisce la nostra mente, corpo e anima, trasuda fiducia e la stabilità. Il Marsala è una tonalità seducente, che ci trascina nel suo calore avvolgente.” L. E.

SELEZIONE

Copripiumino e federe BJORNLOKA, Ikea
Tenda ORGANZA, Conforama
Cuscino CAMPO DI LAVANDA, Maison Du Monde
Interior By Shannon&Waterman
Marsala Time

STILE TROPICALE

E’ stato annunciato all’evento Maison&Objet che ha avuto luogo a Parigi dal 23 al 27 Gennaio di quest’anno: lo stile tropicale è una delle tendenze primavera/estate 2015.

Si tratta principalmente di un mix di colori, forme, fantasie e simboli che prende spunto da quell’immaginario che un po’ tutti noi abbiamo quando ci soffermiamo a sognare in pieno inverno una bella vacanza in uno di questi slendidi posti tropicali dove il mare, il caldo, i colori, la grande varietà di frutta fanno da padroni.

COLORE Costituisce la regola imperiale, in particolare il blu! Primo fra tutti il Classic Blue, ma anche le sue infinite varianti tra cui lo Scuba Blue e l’Aquamarine a cui abbinare piccoli accessori in Lucite Green. Il blu quindi si presta bene sia per accostamenti tono su tono che per quelli più contrastanti come con il giallo, il verde, l’azzurro o il rosso.

DECORO Le foglie dalle forme tropicali si sposeranno bene su qualsiasi superficie su cui deciderete di disporle: tende, carta da parati, coperte, porcellana…

ARREDI Gli arredi in legno sarebbero quelli ideali, ma è possibile accostare anche arredi di altri materiali ottenendo comunque un bel risultato visivo finale. Aggiungete poi piante a volontà.

ATTENZIONE L’attenzione in questa tendenza sta nel non esagerare, in quanto stiamo parlando di colori forti e audaci e di trame ricche e fantasiose: il tutto va sempre accostato con parsimonia. Affianco ad una carta da parati briosa, pareti dai toni più neutri, con tessuti variopinti, accessori monocolore e intorno a mensole ricche zone più minimali.

LA SELEZIONE

     

Paralume AMTEVIK, Ikea          Pouf RAMONA, CasaShops         Tappeto IZIMUR, Maison Du Monde

      

Interior By Arlequin                                             Il dettaglio tropicale di casa mia? La mia Eraclide!

BLOG: IN ARRIVO IL SETTORE DELLE TENDENZE!

Ciao a tutti! Oggi vi rendo partecipi di un’altra iniziativa legata alla mia attività e… al mio sito, che da oggi ospiterà una nuova sezione dedicata alla stesura di un blog! Non so dirvi quanto riuscirò ad essere costante, sempre travolta da mille +1 impegni, ne’ so per quanto tempo questo progetto riuscirà a stare in piedi… Ma prendiamola così: è un’attività che prima di tutto serve a me per rimanere concentrata sugli sviluppi del settore, costituirà una sorta di quaderno su cui annoterò spunti e idee, manterrò il mio sito attivo e voi… bhe’ senza di voi tutto ciò non avrebbe senso! Del resto, a che serve rendere pubblici idee e pensieri se poi non c’è nessuno che li legge!? Il tema con cui inizierò a redigere il mio blog sarà quello delle tendenze legate all’arredamento.

Mi sono accorta che sul web non esistono fonti che esprimono l’argomento con chiarezza e limpidità; io per prima, dopo un’evento importante come il Salone del Mobile o il Maison&Objet, mi ritrovo sempre a saltellare da un sito all’altro avida di novità ritrovandomi poi con una o due idee striminzite nella testa. Certo sulle riviste del settore il materiale si trova eccome… ma perchè escludere a priori tutte quelle persone che cercano sinceramente solo qualche idea per rinnovare casa senza dover necessariamente spendere una fortuna? Eh, si! Perchè questo è un altro aspetto che cercherò di tenere a mente: il low-cost! Perchè personalmente ritengo che non sia necessario spendere ingenti somme di denaro per avere una casa invidiabile… Certo la qualità si paga, i designer devono pur campare e le loro prodigiose capacità progettuali sono certamente di grande aiuto per l’intera umanità… ma una casa arredata seguendo i criteri del fai-da-te, del green e del low-cost la renderà sicuramente unica nel suo genere! Una casa low-cost può essere rinnovata tutte le volte che si vuole; le tendenze possono venire in nostro aiuto con fonti d’ispirazione e possiamo anche decidere di combinare gli arredi di uno o dell’altro stile se scopriamo di riuscire così a valorizzare al meglio qualche angolo della nostra casa…

Ecco perchè io, come un’altra grande schiera di interior designer, ritengo che seguire le tendenze nel settore d’arredo non sia una di quelle cose alla quale ci si debba opporre completamente… come per tutte le altre cose della vita, anche questa, va fatta con ponderatezza!

A giovedi, quindi, con il mio primo vero articolo su lo STILE TROPICALE!